Menu
prev next
Italian Albanian English French German Greek Spanish

Agricoltura Sociale: solido partenariato istituito da Confapi-Agricoltura in Calabria

Fabio Gallo e Candida Tucci Fabio Gallo e Candida Tucci

Si è tenuto giorno 19 dicembre 2015, presso la Sala consiliare di Saracena (CS), la conferenza-dibattito sul tema dell’Agricoltura Sociale organizzata da Confapi Calabria – Agricoltura, in sinergia con il Collegio degli Agrotecnici e Agrotecnici Laureati di Cosenza ed alla Fondazione “Paolo di Tarso”. Tra gli ospiti che hanno animato la conferenza moderata dal Dott. Agronomo Rocco Arcaro, il Senatore Paolo Naccarato Vicepresidente della Commissione di vigilanza sulla Cassa Depositi e Prestiti, il Vicepresidente Nazionale di CONFAPI Francesco Napoli, il responsabile dei rapporti istituzionali della Fondazione “Paolo di Tarso” Fabio Gallo per la BIENNALE della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace, la Dott.ssa Candida Tucci, il Sindaco di Saracena Mario Albino Gagliardi.

La brillante esposizione del Dott. Daniele Barletta ha saputo mostrare la concreta attuabilità del progetto grazie al quale la malattia è vista non come un fatto isolato, ma come il risultato di un complesso di eventi che riguardano la biografia, l’ambiente sociale e il pregresso storico dell’individuo.

UN PARTENARIATO VIRTUOSO PER IL RITORNO ALLA CENTRALITA’ DELLA PERSONA

La Conferenza moderata dal Dott. Agronomo Rocco Arcaro Presidente della Filiera Agricoltura di CONFAPI, ha presentato il partenariato funzionale all’istituzione di una Legge Regionale in materia di agricoltura sociale con la possibilità di attuare strumenti di intervento e di servizi sociali, socio-sanitari, educativi e di inserimento socio-lavorativo, allo scopo di facilitare l’accesso adeguato e uniforme alle prestazioni essenziali da garantire alle persone, alle famiglie e alle comunità locali in tutto il territorio nazionale e in particolare nelle zone rurali o svantaggiate. Grande interesse per l’iniziativa è stato testimoniato dal Sindaco della Città di Saracena e dagli Imprenditori presenti dediti a produzioni vitivinivole e olearie d’eccellenza.

ROCCO ARCARO – PRESIDENTE FILIERA AGRICOLTURA DI CONFAPI

“La nostra proposta di legge – sottolinea il Presidente della Filiera Agricoltura di Confapi il Dott. Rocco Arcaro – si propone di offrire un quadro regolamentare di base unificante ma non omologante, e intende promuovere una legge quadro che fissi i principi e le modalità di riconoscimento/accreditamento delle pratiche di cure verdi, evitando di rinchiudere le diverse forme di espressione dell’AS in norme statiche e rigide, rispettando le diversità delle forme e modalità di espressione dello stretto rapporto con i fabbisogni sociali del territorio e delle risorse e vocazioni agricole disponibili a livello locale.
La proposta di legge – continua Rocco Arcaro – nasce dalla richiesta venuta da un giovane laureato il Dott. Daniele Barletta – Direttore di un laboratorio di Analisi e titolare dello studio Agronomico Green Dragon che, occupandosi di diversificazione agricola e sostenibilità, ha inteso realizzare un progetto – il velo di Iside – dove al tradizionale modello basato sulla formulazione da parte del medico di una diagnosi (individuazione della patologia) e sulla prescrizione/applicazione di una terapia (trattamento) nota nella letteratura medica come medicina del “curing” (dal verbo inglese “ to cure”, curare, guarire, risanare), si contrappone una visione più ampia della pratica medica nota con l’espressione inglese di medicina del “caring” (da “to care”, preoccuparsi, prendere a cuore, prestare attenzione) e che potremmo definire appunto “medicina dell’attenzione”.

Il nuovo modello del curing – precisa Rocco Arcaro – sposterà l’attenzione dalla malattia al malato e dal malato alla persona nella sua composita interezza “bio-psichico-storica” in una visione olistica che considera l’organismo nella sua totalità e completezza e non come somma di parti separate”.

IL SENATORE PAOLO NACCARATO, FRANCESCO NAPOLI, FABIO GALLO

Estremamente tecnico l’intervento del Senatore della Repubblica Paolo Naccarato che ha illustrato i motivi per cui il prodotto agricolo di qualità italiano trova e troverà sempre maggiore difficoltà nella sua affermazione a causa delle strategie delle multinazionali che si fanno spazio nel mercato globalizzato. L’Esperto di Gestione della Conoscenza Fabio Gallo ha illustrato la BIENNALE della Dieta Mediterranea per i Diritti Umani al Cibo Sano e alla Pace e le concrete opportunità di sviluppo che essa offre al mondo dell’Agricoltura italiana e in modo particolare del Mezzogiorno d’Italia che ne sarebbe sede. Il Presidente di CONFAPI Calabria Francesco Napoli ha saputo ancora una volta tessere una sapiente rete di rapporti istituzionali, unendo le energie positive e propositive in gradi di vivificare il territorio di programmi e progetti destinati allo sviluppo di nuove economie per le Imprese.
LA SOTTOSCRIZIONE DEL PROTOCOLLO OPERATIVO
E’ stato quindi sottoscritto un protocollo operativo fra l’azienda del Dr. Barletta e il centro diurno di Villa Mimosa guidato dalla Dott.ssa Candida Tucci – Presidente della filiera Sanità Confapi – per la realizzazione di momenti di applicazione di questo modello terapeutico proposto dal Dr. Barletta. Le misure individuate per l’attuazione di questo nuovo modello sostiene il Dr Barletta sono rappresentati da:

• Incentivi e agevolazioni fiscali e contributive per le aziende e organizzazioni/associazioni che svolgono attività e servizi rivolti a soggetti svantaggiati e disabili

• Assegnazione da parte delle istituzioni pubbliche concernenti gare per mense scolastiche e ospedaliere di criteri di priorità ai prodotti delle aziende che svolgono cure verdi

• Priorità nell’assegnazione di terreni demaniali o a vincolo di uso civico a soggetti che praticano le cure verdi

• Priorità nell’assegnazione dei beni sottratti alla mafia agli operatori di cure verdi

• Agevolazioni contributive per l’impiego di soggetti svantaggiati

• Misure di formazione e aggiornamento per gli operatori agri-sociali nei programmi del Fondo Sociale Europeo

• Riconoscimento, agevolazione e carattere di priorità nel coinvolgimento del Servizio civile nazionale e europeo

La partnership propone un valido strumento di diversificazione del reddito aziendale e di sviluppo delle imprese locali anche uno strumento di profondo cambiamento culturale.

 

A cura di Food-Magazine.IT/

 

 

Share/Save/Bookmark
Login to post comments
back to top

 

 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione